LA BRADERM SCAPPA NEL SECONDO TEMPO E PIEGA IL PESCARA BASKET

Roseto Basket 20.20-Pescara Basket 74-55

Parziali: 17-20, 20-11, 18-14, 20-10

Arbitri: Menicali Giovanni di Fermo (FM) e Caporalini Tommaso di Osimo (AN)

Roseto: Ragusa 10, Jovanovic 4, Paluzzi, Provenzani 6, Maretto 16, Lestini 8, Laraia, Bartolozzi 16, Gobbato 9, Cantarini 5. All: Renato Castorina

Pescara: Matera 8, Stefanov 9, Ranitovic 20, Facciorusso, Jokanovic 4, Del Prete 6, Capitanelli 8, Kamate, Cicchetti, Cisse, Di Battista. All: Luca Cinquegrana

Note: tiri da 2: Roseto 26/52 (50%), Pescara 13/35 (37%); tiri da 3: Roseto 3/15 (20%), Pescara 6/31 (19%); tiri liberi: Roseto 13/18 (72%), Pescara 11/13 (85%); rimbalzi: Roseto 44, Pescara 43; assist: Roseto 17, Pescara 12; palle perse: Roseto 13, Pescara 19; palle recuperate: Roseto 13, Pescara 5. Usciti per cinque falli: Cisse e Gobbato al 37’.

Una vittoria serviva e una vittoria è arrivata per il Roseto Basket 20.20, che ha la meglio del Pescara Basket e resta in piena corsa per l’ottavo posto in classifica. Ciò, al termine di una gara non scontata in partenza e complicata da una fase iniziale ben giocata dagli avversari e poco intensa da parte dei locali. Da metà secondo quarto la Braderm cambia faccia in difesa, sfrutta il contropiede in attacco e scappa, assicurandosi senza patemi un risultato di vitale importanza. Ottima prova di squadra, con protagonisti diversi in ogni momento della partita.

Nel primo periodo regna l’equilibrio e a condurre sono sempre gli ospiti, che hanno buone percentuali dall’arco e sfruttano alcune disattenzioni di Roseto. Pescara, però, non scappa perché Maretto, con le sue entrate al ferro, prima e Gobbato, con la tripla di fine quarto, poi rispondono colpo su colpo: 17-20 al 10’. La fase iniziale della seconda frazione è molto difficile per il 20.20, che soffre la fisicità e la qualità vicino a canestro di Ranitovic, che firma il +9. A questo punto cambia la partita, con Maretto a dare la carica, un bonus ben sfruttato e una difesa in netto miglioramento. Un canestro di Bartolozzi chiude un fantastico break di 15-0 e vale il 37-31 del 20’.

Al rientro in campo due realizzazioni di Ragusa valgono il +10 e sembrano spianare la strada, ma Pescara rimane con la testa nella partita e sfrutta alcuni errori di Roseto per tornare a -3 con Jokanovic. La Braderm si riprende subito, partendo sempre dalla difesa, e con il contributo offensivo di tutti allunga: 55-45 al 30’. Sono i punti di Jovanovic e Gobbato a scavare il solco definitivo sul +15. Gli ospiti calano alla distanza, fanno sempre più fatica a trovare il canestro e si arrendono con diversi minuti di anticipo. Gli ultimi 4’ sono puro garbage time e sono buoni solo per le statistiche. Un jumper di Lestini fissa il risultato finale sul 74-55.

La Braderm tornerà in campo domenica 4 febbraio sul parquet del Bramante Pesaro: palla a due alle ore 18 al Pala Megabox.

Ufficio comunicazione Roseto Basket 20.20  

Leave a Reply